L’acqua non disseta, se è pubblica – Racconto di Trap (pseudonimo)

giugno 13, 2011 by · Commenti disabilitati su L’acqua non disseta, se è pubblica – Racconto di Trap (pseudonimo)
Filed under: Preziosa acqua 

L’orologio gli dice: tre giorni. Senz’acqua. Senza cibo. Bendato, imbavagliato. Poi abbandonato nudo (prono, prostrato) s’un’isola immacolata (oceano indiano?).

Fazzoletto di sabbia incandescente. Al centro una palma, altissima. In cima: oggetti luccicanti (bottiglie di acqua?).

Si mette carponi, quasi striscia. Barba ispida, capelli come rovi. Occhi come vuoti a perdere.

Il riverbero della sabbia lo marchia a fuoco. Lento.

Vede uno zainetto, a venti metri da lui. La lingua porta poche gocce di saliva alle labbra.

Lo raggiunge prosciugato di energie come Filippide dopo Maratona. Dentro ci sono:

2 scatole di alici sotto sale,

3 pacchetti di arachidi salate,

1 confezione di cracker salati,

½ kg di gorgonzola saporito,

1 sacchetto di stoffa con pecorino di fossa,

2 vasetti di peperoncini farciti con capperi e acciughe,

1 salame piccante.

1 bottiglia di vodka al peperoncino.

Il sole brucia la pelle, la screpola: calanchi scavati da unghioni incandescenti. La palma non fa ombra.

Mangia

Mastica

Lento

Deglutisce

a fatica.

Buio. Luce.

Buio. Luce.

Ha consumato tutto il cibo: labbra e angoli della bocca sono crepacci carsici.

La bottiglia della vodka è vuota.

Fissa ebete la cima della palma, sbrilluccicante.

Con sforzo estremo si trascina al mare. Beve con avidità il veleno salato.

Cerca di mettersi in ginocchio: vertigini, palpitazioni.

Occhi a fuoco sul nulla.

A fuoco.

Perde coscienza.

Muore.

Screpolato come il Salar de Uyuni.

– La scena finale la taglierei: stop quando sta per ingozzarsi di acqua di mare. Poi, l’attore che s’inebria della nostra Dissetella: muscoloso, ben pettinato, pelle fresca, tonica, abbronzata. Sguardo immerso nella contemplazione del piacere fisico. Lo slogan…?

– Di sete non morrai se a garganella

berrai estate e inverno Dissetella. E’ scientificamente provato che almeno il 70% della popolazione mondiale non riuscirà più a bere normale acqua, del rubinetto o imbottigliata che sia. Quelli che invocavano l’acqua come risorsa a disposizione di tutti, saranno finalmente contenti: non la vorrà più nessuno! E noi saremo ricchi più dei petrolieri.

Grande! Ah, geniale anche l’idea delle telecamere piazzate in cima alla palma: è morto senza accorgersi di niente.

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network